Categoria sacro e non

Letterina speranzosa

Caro Babbo Natale, lo so che non mi faccio vivo da tanti anni e di questo un po’ mi pento. Oddio, non è che mi senta in dovere di giustificarmi più di tanto, mica siamo nel confessionale. Ci tenevo solo a farti sapere che, anche se non ti scrivo più, ti penso spesso, ti voglio […]

Il solito blasfemo

Lo so che ne avevo già parlato, e so anche che a più di qualcuno l’argomento in questione dà molto fastidio. Almeno nel modo in cui ne parlo io. Ma la figura di Gesù mi ha sempre affascinato, oltre che spaventato (se non te lo ricordi, leggi questo post). Più che altro ammiro le tante persone […]

Finalmente Lucca!

Negli ultimi 10 anni, come molti di voi sapranno, ho lavorato nella grande distribuzione, in uno di quei mega-iper-super-stra-negozi di bricolage in cui non esistono le feste comandate ne’ le domeniche (ne’ il rispetto verso chi ci lavora, ne’ i clienti educati, ne’ qualcuno che protegga il personale, ne’ la parola GRAZIE… ma questa, come […]

Que viva Rolandino, soccmel!

Premessa dello scrivente: non spaventatevi se parlo di storia medievale e di gente sconosciuta, di nomi strani e roba che potrebbe sembrare noiosa, non mi sono rincoglionito tutto d’un tratto, leggete e capirete. Ma di certo non riderete… Oggi è giorno di bucato, ma il sole non si vede, forse perchè c’è una nebbia mostruosa che […]

Scemo chi legge, e scrive, e si informa e…

Non mi piace il tempo in cui vivo, non mi piacciono gli esseri che lo affollano, detesto le situazioni che si creano e i contesti che sono costretto ad attraversare, decifrare, conoscere. La pochezza che genera inutilità, sostanzialmente è questo che mi fa schifo, che logora me (essere fin troppo conscio di ciò che accade) […]

Niente di buono

Faccio spesso la spesa. Ormai sono io il casalingo, quindi mi toccano, si fa per dire, molti di quei compiti che l’immaginario collettivo (leggermente impostato sulla configurazione “maschilista”) attribuisce alla donna. Ammetto che l’attività non mi disturba affatto, mi capita di andare al supermercato almeno una volta alla settimana e, se non ce n’è bisogno, […]

Se torna a nascere…

Mettiamola così, questo non è il periodo dell’anno che preferisco. Non è che odi la Pasqua, è che mi mette un po’ di angoscia. Spiego. Il tutto è legato alla mia infanzia, a quel periodo dell’anno in cui, puntualmente e inesorabilmente, la Rai trasmetteva lo sceneggiato con la esse maiuscola: “Gesù di Nazareth”, quello di […]