Categoria Consigli per gli acquisti

Writers against ignorance. Friends edition: Massaroli e Morozzi.

Lo so, Ferragosto è già passato, quindi tutti a pensare che le vacanze sono finite. Ma davvero stiamo ancora a correre dietro a questi banalissimi luoghi comuni? A me risulta che il 376% degli italiani sia ancora in giro ad affollare spiagge, campeggi e ristoranti di pesce. Io stesso sto ammorbando due povere ragazze nella […]

Writers against ignorance. Friends edition: Panzacchi e Cuomo.

Io i libri da portarmi in vacanza li avevo già scelti, erano tre e mi sembravano più che sufficienti per una settimana in montagna. Li avrei letti probabilmente tutti, e avrei anche trovato il tempo di buttare un occhio all’edizione estiva di Internazionale e, ça va sans dire, alla mia compagna di una vita, la […]

Writers against ignorance. Volume 2: Fogli, Poldelmengo, Berselli, Bonazzi e Padua.

Secondo capitolo della saga estiva di LettureDisoccupate (e, per chi se lo fosse inspiegabilmente perso, ecco l’acclamatissimo primo capitolo). Seconda copiosa puntata con gli scrittori che mi/ci/vi consigliano uno o più libri da portarsi sotto l’ombrellone in spiaggia, sull’amaca tra due palme, sotto un albero in pineta, su di un ghiacciaio in capo al mondo, […]

Writers against ignorance. Volume 1: Porazzi, Petrelli e Vargiù.

Chi ha imparato a conoscere il sottoscritto e questo memorabile blog sa benissimo che da tre anni, ormai, sto combattedo un’inutile battaglia contro i libri da ombrellone e, soprattutto, contro gli scrittori che grazie all’ombrellone si mantengono tutto l’anno (e non faccio nomi, sennò mi dite che mi accanisco sempre sui poveri Vespa, Crepet, rapper […]

Ridere di Lvi (è cosa buona e giusta)

Ieri mattina sono andato in edicola per comprare un orrendo quotidiano, uno di quelli che scrivono roba alla Studio Aperto, per intenderci. No, non ve lo dico il nome, che poi mi querelano. “E perché lo hai comprato, se ti fa così tanto schifo?”. Domanda legittima, caro interlocutore. La risposta è che avevo un mero […]

Berselli e le scimmie (sull’aereo).

Anche le scimmie cadono dagli alberi ovvero Anche i migliori a volte falliscono (proverbio giapponese) Nell’ultimo post vi ho raccontato di quanto sia stato bello e monotematico il mio viaggio a Porto, perciò non vi tedierò oltremodo parlandovi ancora della libreria più bella del sistema solare. No, oggi vi voglio tediare con una delle mie […]

And the winner is…

Premessa: ne è valsa la pena. Un paio di settimane fa avevo chiesto a voi, o numerosissimo popolo che affolla la virtuale platea di LettureDisoccupate, di aiutarmi nella scelta del libro che avrei dovuto leggere (qui il link del post in questione). Avevo indetto una sorta di primarie per capire chi, tra Massimo Carlotto, Paolo […]

L’intervista. Patrick Fogli: Alfa, i social e gli strani incontri in libreria.

Con Patrick Fogli ho seriamente rischiato la denuncia per stalking, visto che sono molti mesi che lo inseguo, in maniera più o meno opprimente (più più che meno, a dire il vero). Comunque, dopo mille messaggi e tanti rinvii, allo scadere del 2015 è stato lui stesso a ricordarmi che ci saremmo dovuti vedere per […]

Lansdale, Zerocalcare e i cani. Bel libro. No. Forse…

Bello. Fa cagare. Dai, si legge. Ecco tre delle risposte da dare alla domanda: Be’, com’è il nuovo libro di Lansdale?. E io non me la sento di contraddire nessuna delle tre versioni. Partiamo dalla base. Alla fine del 2015 Joe R. Lansdale ha dato alla luce Honky Tonk Samurai (Einaudi stile libero), ottavo capitolo della […]

La prosa in un bicchiere: Massimo Cuomo, la sua osteria muta e i miei gusti cangianti.

Nel 2015 sto rielaborando i miei gusti. Inconsapevolmente, ma lo sto facendo. O forse l’ho già fatto. Niente di tragico, attenzione. Non è che mi sia innamorato di un uomo. O di un cavallo. Non è che mi sia reso conto che il mio fisico abbia un impellente bisogno di risvoltini alle caviglie. E non […]