Archivio dell'autore: LettoreDisoccupato

L’ottico di Lampedusa: storia di 94 mani

Questa è la storia di una storia che non avrei mai voluto leggere, la storia di una storia che non avrei mai voluto fosse accaduta, una di quelle cose che, quando le leggi, pensi “minchia che coraggio quelli lì!”, e piangi. L’ottico di Lampedusa (2017, Salani editore) è un romanzo/non romanzo che parla del naufragio […]

Incubi disoccupati

Ho rimandato la scrittura di questo post per molto tempo, perché mi vergognavo di quello che sto per affermare e perché, alla fine, c’è sempre stato altro di cui poter scrivere (altro che facesse in modo che potessi procrastinare all’infinito l’ammissione di una piccola verità, per me un po’ stupida). Un paio di anni fa […]

Kindle nel Caribe. Volume 1: “I Cariolanti”, Di Sacha Naspini

Inizia oggi un nuovo capitolo della saga del LettoreDisoccupato, capitolo che si chiama Kindle nel Caribe, perché quando mi sono trasferito qua ho dovuto lasciare a Bologna il 99% dei miei libri, perciò mi toccherà molto spesso di affidarmi al caro, vecchio, per niente simpatico ebook reader. Vabbè, a parte i brontolii da vecchio scorreggione, […]

“Bellissimo”, storia di mille viaggi e di un capolavoro.

Questa è la storia di un viaggio. Anzi, questa qui, a dirla tutta, è la storia di tanti viaggi. Questa qui è la storia di un viaggio lungo qualche decade, che ha come protagonisti due fratelli, uno, Miguel, che ha l’enorme privilegio di essere bellissimo e l’altro, Santiago, che si porta addosso l’altrettanto gigantesco fardello […]

Quello che ho (ma anche quello che non ho)

Ho cambiato vita. O almeno è quello che sto cercando di fare da qualche mese. Per i quattro gatti che ancora non lo sapessero, da circa due settimane vivo in Costa Rica con moglie e cani. E tutto questo è stramaledettamente bello. Strano. Nuovo. Allucinante. Stimolante. E tante altre cose che adesso non sto a […]

Quell’insana, meravigliosa voglia di rileggere.

Sono un lettore seriale, e non so se questa sia una bella cosa. Il lettore seriale medio è uno che: ci mette giorni a scegliere il prossimo libro da leggere, non è mai soddisfatto dei sessantadue volumi appena acquistati, passa e ripassa la quarta di copertina come un ipocondriaco farebbe col bugiardino di un antibiotico, […]

Del cazzo che ce ne frega di Elena Ferrante

Non leggo la Ferrante, credo di non averlo mai fatto perché, come ai tempi di Dan Brown e J.K. Rowling, sono profondamente disincentivato a comprare il libro di una autore che viene molto, troppo pubblicizzato prima ancora che l’opera stessa venga alla luce. Men che meno lo farò adesso, vista l’enorme esposizione mediatica alla quale […]

Writers against ignorance. Friends edition: Massaroli e Morozzi.

Lo so, Ferragosto è già passato, quindi tutti a pensare che le vacanze sono finite. Ma davvero stiamo ancora a correre dietro a questi banalissimi luoghi comuni? A me risulta che il 376% degli italiani sia ancora in giro ad affollare spiagge, campeggi e ristoranti di pesce. Io stesso sto ammorbando due povere ragazze nella […]

Writers against ignorance. Friends edition: Panzacchi e Cuomo.

Io i libri da portarmi in vacanza li avevo già scelti, erano tre e mi sembravano più che sufficienti per una settimana in montagna. Li avrei letti probabilmente tutti, e avrei anche trovato il tempo di buttare un occhio all’edizione estiva di Internazionale e, ça va sans dire, alla mia compagna di una vita, la […]

Writers against ignorance. Volume 2: Fogli, Poldelmengo, Berselli, Bonazzi e Padua.

Secondo capitolo della saga estiva di LettureDisoccupate (e, per chi se lo fosse inspiegabilmente perso, ecco l’acclamatissimo primo capitolo). Seconda copiosa puntata con gli scrittori che mi/ci/vi consigliano uno o più libri da portarsi sotto l’ombrellone in spiaggia, sull’amaca tra due palme, sotto un albero in pineta, su di un ghiacciaio in capo al mondo, […]