Incubi disoccupati

Ho rimandato la scrittura di questo post per molto tempo, perché mi vergognavo di quello che sto per affermare e perché, alla fine, c’è sempre stato altro di cui poter scrivere (altro che facesse in modo che potessi procrastinare all’infinito l’ammissione di una piccola verità, per me un po’ stupida).
Un paio di anni fa ho iniziato a leggere un libro di Koushun Takami, questo qua.IMG_20170607_101222930Era il periodo in cui leggevo roba molto violenta in qualsiasi momento della giornata, cose alla Palahniuk o peggio, per capirci.
Poi è arrivato Battle Royale, libro che mi è piaciuto da subito.
E che non ho mai portato a termine.
Perché di notte mi venivano gli incubi.
Ma non incubi tipo mia moglie che mi lascia per l’idraulico, o mia suocera che si trasferisce a casa nostra con la scusa dei lavori nel suo condominio. No, cose violente e paranoiche, con serpenti sotto le lenzuola, uomini incappucciati col machete in mano e malattie devastanti. Roba seria, di quella che quando ti svegli tutto sudato come nei peggiori film di Tom Cruise (non che ce ne siano di buoni, lo so…) hai paura di riaddormentarti perché sai che ricomincerà tutto da capo. Magari sarai aggredito in un tunnel della metropolitana, o ti sveglierai con le lenzuola intrise del tuo sangue.
Insomma, c’avevo paura di addormentarmi, e, pensa che ti ripensa, mi sono reso conto che nelle notti in cui non leggevo sto libro riuscivo a dormirmela alla stragrande.
Sarà una cazzata, può essere, però ho dovuto smettere, nonostante Battle Royle mi stesse davvero piacendo.
Sta di fatto che, dopo averlo piantato a metà lettura, gli incubi sono spariti e questo robusto volumetto è rimasto a far bella (!) figura nella nostra libreria senza che il sottoscritto avesse più il coraggio di sfiorarlo.
Ma non poteva ne’ doveva finire così, non si è mai visto un giapponese microscopico e implumeo farsi beffe di un terrone di altezza media e pieno di peli!
Perciò, nonostante il disagio, prima di partire ho deciso che il libro in questione avrebbe dovuto assolutamente far parte della mia scarnissima dotazione cartacea, e così è stato.
Oggi,7 giugno 2017, con un sole che spacca le pietre e un miliardo di uccelli che cantano sugli alberi, ho deciso che è il caso di darmi una seconda possibilità, quindi mi rimetto a leggere Battle Royale.
Ho pensato che se non riesco a portarlo a termine di fronte a panorami come questo,IMG_20170601_171715745_HDR.jpgper quello che mi riguarda il sommo Takami può pure andare a farsi fottere.

Giò (che dio ce la mandi buona e implumea…).

Annunci

2 commenti

  1. Annamaria · · Rispondi

    Io proprio non riesco a leggere libri e guardare film violenti, mi bastano già il telegiornale e fb per non farmi dormire la notte. Ora che mi ci fai pensare i tg già li ho eliminati con tutta la tv da molti anni, forse per mettere fine alla mia proverbiale insonnia devo eliminare fb? È un’idea da prendere seriamente in considerazione. Un abbraccio al terrone caraibico e consorte.

  2. concetta greco · · Rispondi

    con un mare così, forse, ce la farai……..Tranquillo, la suocera non si trasferirà da voi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: