Di una notte insonne, tra rumori di segheria, sospiri rispettosi e un amico non corrisposto

Notte senza sonno per Gio.
Il Kindle ormai frigge, è stanco, vorrebbe dormire anche lui, come il suo padrone.
E ogni tanto ci prova, sornione, a buttarsi in stand by, a lanciarmi una fievole richiesta di pietà…
Ma la mia unica compagnia sei tu, caro il mio tecnologico e mai troppo apprezzato amico.
Dal piano di sotto arrivano rumori di segheria, le bestie indivanate se la ronfano alla grande, come neanche un portuale ubriaco col raffreddore…
Dall’altra metà del letto arriva lento e regolare il respiro dell’amata. Sonno elegante, il suo, sonno discreto. Sonno così rispettoso che sembra non voler disturbare le mie letture…
Poco male.
I cani sognano sul sofà, e sono la pace dell’anima, a vederli.
Lei sospira qui di fianco, ed è la pace del cuore, a vederla.
Perciò siamo soli, io e te, mio odiato compagno notturno.
Tieni botta fino a tardi, sputa parole finché la palpebra cadrà sfinita, e forse ti vorrò un po’ di bene… almeno per stanotte.

image

Giò

Annunci

3 commenti

  1. Il kindle è anche il compagno delle mie notti insonni. Mi chiedo a questo punto: questione di DNA?

    1. E io mi chiedo come mai questo commento non sia arrivato 10 minuti dopo la pubblicazione del post. Niente niente ti eri addormentata?

  2. In realtà stavo leggendo e quindi non controllavo i post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: