Il suicidio e l’ardito

Di solito, quando sono un po’ incasinato nel cervello, mi metto a guardare la libreria e, piano piano, mi rilasso. Oggi stava per succedere di nuovo, ero già a buon punto, quando l’occhio è caduto su questa cosa qua
suicidio
e mi sono chiesto : “tu da dove minchia arrivi?”. Sinceramente non mi ricordo se sia mio o di mia moglie, ma sarei un falsoipocritaementitore se non affermassi che in questa casa di imbecille ci sono solo io, quindi è facile che l’acquisto di questo capolavoro della letteratura contemporanea sia stata opera del sottoscritto.
Comunque, già che c’ero ho dato una veloce sbirciata all’interno e ho scoperto che l’autore, tale Wais Sabatini (e la maiuscola è un regalo esagerato) avrebbe pubblicato l’elenco dei modi più comuni di togliersi la vita con un nobile scopo, cioè aiutare gli aspiranti suicidi a capire come possa essere dannoso per loro (!!!) e per gli altri il compimento di questo gesto.
E lo fai elencando le modalità con più alta possibilità di riuscita? Credi che affermare “buttarsi da un ponte è più sicuro che darsi fuoco” sia un modo terapeuticamente valido per aiutare una persona in crisi a non farsi del male? A te dottoraus te le fa a due mani!
No, non vale la pena incazzarsi, lo so, anche perchè ‘sta stronzata l’ho comprata io di sicuro! Volevo solo condividere con voi, miei poveri amichetti, la storia di un ritrovamento un po’ strano che mi ha dato molto fastidio per qualche minuto. Ma che poi, passato quel breve lasso di tempo, mi ha dato la consapevolezza che:
1) tutti, ma proprio tutti, possono scrivere un libro (o qualcosa che gli assomigli, almeno nella forma),
2) ci sarà sempre qualche ardito lettore (un coglione, insomma) che comprerà un libro con un titolo accattivante,
3) questo volumetto non è degno neanche della mia libreria da bagno,
e, per concludere in bellezza,
4) il mondo dell’editoria non premia quasi mai il più bravo, e se lo fa, è solo per caso.
A presto.
L’ardito lettore

Annunci

2 commenti

  1. Letto, bell’esperimento, e conclusioni quasi del tutto condivisibili, soprattutto quella sui giovani editor e i paraocchi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: