Tu la fai?

Qualcuno ha voglia di serietà? Si?
Bene, allora andate sul blog di Beppe Grillo e godetevi la sua quotidiana dose di incazzi e reprimende più o meno legittimi (e non faccio il link perchè il nostro amico non ne ha proprio bisogno, magari lo facesse lui con me…).
Oggi si sfrivoleggia, oggi non si bada al sodo, oggi si sproloquia su una delle poche cose che accomunano tutti i sei miliardi di esseri più o meno umani che popolano il nostro pianeta.
Vediamo un po’.
Tutti dormiamo, ma qualcuno (sottoscritto incluso) molto meno di altri.
Tutti mangiamo… mi sa che questa mi è venuta malissimo…
Del lavoro è meglio non parlarne.
Il sesso ormai lo fanno solo quelli che non dovrebbero.
Quindi?
Ci rimane solo una cosa, quella che ti dona un senso di leggerezza, quella di cui ti vergogni ma che proprio non puoi farne a meno, quella che poi…aaahhh!…si, proprio quella… Eddai…

LA CACCA!

Ok, l’ho detto io. Tutti contenti? Problema risolto, possiamo andare al dunque.
C’è chi la fa in un minuto, vedendola come un intralcio al normale svolgimento della propria giornata, e chi, come me naturalmente, la sfrutta come un’occasione per coltivare la propria passione in assoluto relax. Ormai sapete che amo i libri, che adoro il cinema e che ho già parlato in passato delle letture da bagno, quindi, perchè non unire il tutto?
Il tutto in questione si chiama “The moviegoer’s companion”, titolo originale del pessimissimamente tradotto in italiano “Portala al cinema” (che schifo, lo so).

cinema

titolo in tema con l’argomento

Per uno come me (e ce ne sono tanti, anche tra di voi), questo libretto è il massimo. Ci si trovano una quantità di aneddoti e curiosità impressionanti, si parla di qualsiasi cosa, persona, oggetto, argomento possa avere a che fare con i film. Persino i numeri di pagina sono fonte di informazione, vedere per credere

pag81

Volete sapere che lavoro faceva Mickey Rourke prima di diventare famoso? Il venditore ambulante di pretzel. Qual è il film più lungo mai proiettato? “The cure of insomnia”, è americano, è uscito nel 1987 e dura solo 87 ore! Cosa ne pensava Elvis dei film che girava? Insomma, il paradiso del cazzaro! E io gongolo.
Non esiste un filo logico, per fortuna si può tranquillamente interrompere la lettura senza doversi curare di tenere il segno. Fantastico, no? Grazie a queste fondamentali, indispensabili caratteristiche, posso solennemente affermare che “Portala al cinema” è una delle dieci pubblicazioni che NON DEVONO ASSOLUTAMENTE MANCARE NELLA VOSTRA LIBRERIA DA BAGNO (settimane enigmistiche e pornazzi esclusi, ovviamente)!
Ribadisco il concetto già espresso in passato: avere una bella e ben fornita libreria da bagno può darvi un grosso senso di gratificazione (uguale a quello che vi dà la libreria in salotto), farete un’ottima figura con i vostri ospiti a cui scappa un impellente bisognino e, last but not least, eviterete che brutti pensieri vi distraggano, impedendovi di portare a termine la vostra vitale missione. E prendetevi pure tutto il tempo che vi serve, non fatevi attanagliare dalla fretta, sedetevi rilassatevi e godetevi la lettura (ma ricordatevi, en passant, che siete dove siete per un altro motivo!).
Vi saluto, vado a leggere!!!
Giò.

buddy

Fatta tutta?

.

Annunci

2 commenti

  1. La libreria da bagno. Dopo questa, già ti stimo.

    1. Ho solo constatato l’ovvio. Comunque grazie!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: