Beach, on the beach, sotto il sole la pelle bruch. Part two.

Dicevamo…

Sedersi su una bella sedia sdraio e abbandonarsi alla lettura è un piacere del quale tante persone non possono godere durante tutto l’anno (o forse non vogliono goderne, visto che spesso preferiscono allucinarsi davanti alla tv fino allo sfinimento, cercando di risolvere il delitto di Cogne insieme a topo gigio Salvo Sottile. Vabbè, lo so che voi non siete così, e neanche io, nooooo! …Piccolo consiglio, ripetere il mantra cento volte al giorno, “io non sono così, io non sono così….” Piano piano la speranza diventà realtà.).

Comunque, chi passerà le ferie in riva al mare e vorrà allietare le proprio ore di relax in compagnia di un amico cartaceo (o telematico), potrà beneficiare di questo brillantissimo

Mini-vademecum balnear-letterario del turista da spiaggia.

Purtroppo non ho avuto modo di creare una copertina fittizia, chiedo venia…

Ma veniamo a noi, come funziona questa cosa? Semplice, esistono tanti tipi di cosiddetti “lettori da spiaggia”, soggetti ai quali vengono accostate questo o quel tipo di lettura. Io prenderò in considerazione quelli a cui tengo di più e proporrò loro delle letture, come dire, alternative a quelle classiche. Per carità, non mi metterò a proporre Kafka o Adam Smith, ma neanche Bruno Vespa (sempre lui, lo so, la verità è che lo invidio per la sua bellezza e le sue amicizie. Già…).

Vediamo cosa ne viene fuori.

1)Il giallista sfegatato. Conosce a memoria tutti i libri di Agatha Christie e Giorgio Faletti e guarda i suddetti programmi in tv (anche le repliche notturne, casomai gli fosse sfuggito un dettaglio). A costui propongo Tramonto e polvere, di Joe R. Lansdale, un avvincente giallo ambientato nel Texas della Grande Depressione. C’è la violenza domestica, omicidi a sfondo razziale, belle donne, madri che non denunciano i figli maneschi. Insomma, si può trovare tutto quello che si vede sui giornali e nelle tv ai giorni d’oggi. Felicità!tramonto e polvere

2)Il fumettaro. Ha la stanza murata di manga e Ken il guerriero e Berserk (per non parlare di quello che c’è sotto il letto!), difficile proprogli qualcosa che non conosce. Io, invece, ci provo con una cosa italiana molto intelligente, La bambina filosofica, di Vanna Vinci, che narra le vicissitudini di una bambina nichilista che inscena attacchi atomici mentre fa il bagnetto e fuma il sigaro nel passeggino. Non sarà un granchè istruttivo, certo, ma non mi risulta che i pornazzi giapponesi lo siano molto di più!bambina

3)La gossippara. Amante di tutto ciò che è inutilmente frivolo, Sandro Mayer e Signorini sono i suoi guru, entra in estasi quando scopre che, sì, anche Belen c’ha la cellulite! Il mio tentativo disperato andrà sicuramente a vuoto, ma io ci provo lo stesso con Internazionale, settimanale che raccoglie molte notizie di tanti giornali stranieri. So che la politica estera verrà saltata a piè pari, ma magari un’occhiatina alle vignette… No, vero? Vabbè, ho scazzato.internazionale

4)L’intellettuale. Pelle cadaverica, orribile costume a fiori e occhiali spessi. La sola vista di un tascabile Mondadori gli procura un subitaneo attacco di diarrea, ha gli occhi incollati su un mattone di filosofia tedesca e non intende andare a fare il bagno. A costui, che sicuramente è un maschio single, dico “esci dall’uovo ed entra nel mondo del frivolo!” proponendogli un mattone, è vero, ma molto più leggero. I pilastri della terra, di Ken Follet, si legge bene, è lungo a sufficienza (mille e passa pagine) e ha anche dei riferimenti storici interessanti. Hai visto mai che il nostro amico si dà una svegliata e trova il coraggio per schiodare il culetto dallo sdraio? Tentar non nuoce…follet

5)Il seriale. Le lunghe saghe di vampiri, elfi e pseudo-puttane sono il suo pane, non considera neanche l’idea di leggere un libro che inizia e finisce, il sequel è il suo pane, il prequel la sua speranza. Io una trilogia ce l’ho da proporre, è quella di Marsiglia di Jean-Claude Izzo. Casino totale, Chourmo e Solea parlano di morti (tanti), alcool (a fiumi) e belle signorine facili facili. Ci sarebbero anche una trama e un protagonista, ma al seriale non gliene frega niente, quindi non mi dilungo.izzo

Io avrei terminato, mi rendo conto che esistono tanti altri lettori da spiaggia, ma non voglio dilungarmi e, soprattutto, la fame incalza.

Pregate per me, oggi pomeriggio ho un colloquio, e se le cose vanno bene… addio blog!

Giò

Annunci

2 commenti

  1. Nooo! Il dikkupato piu sgarrupato della patania ad un collokuio? E poi se va bene (male?) io cosa leggo? PLease, ora et non labora!

    1. Tranquillo…per adesso il pericolo è scongiurato…fiuuuu!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: